Pomodori in cucina: giro dell’ Europa in 4 ricette

Con l’avanzare dell’estate, arrivano fieri i Pomodori, in tutte le diverse varietà, con il loro bagaglio pieno di acqua, vitamine e sali minerali.

Potassio, fosforo e calcio ci “tengono su” nelle giornate calde, le vitamine A,B, C, sono fondamentali per il fabbisogno dell’organismo.

Sono gli acidi citrico e malico che danno al pomodoro il gusto un po’ acidulo che arriva dal Sud America per conquistare l’Europa intera. Vi siete mai chiesti, infatti, cosa hanno in comune i ricettari della Spagna, della Francia, della Grecia e della nostra cara Italia?

Il pomodoro, ovviamente!

1 ) Toscana: la Panzanella

foto di www.lacuochinasopraffina.com/
foto di http://www.lacuochinasopraffina.com/

E chi l’avrebbe detto che il Pan Lavato di Boccaccio diventasse così famoso? La panzanella è una ricetta dalle umilissime origini ma gustosa e soprattutto utile per consumare gli avanzi di pane in cucina! Per prepararne una buona buona occorrono:

  • 3 o 4 Pomodori di qualità (come quelli di Le Prata) tagliati a cubetti
  • 2 Cipolle rosse, messe a bagno precedentemente (o 4 cipollotti freschi)
  • 1 Cetriolo tagliato a fettine
  • Sale, olio, pepe
  • Basilico
  • Aceto di vino rosso
  • Pane toscano raffermo e ammollato con acqua e aceto per circa 10 minuti

Per prima cosa bisogna strizzare il pane tra le mani fino a ridurlo in briciole. Poi si possono assemblare tutti gli ingredienti quindi pomodori, cipolle, cetriolo e tenere insieme per un’oretta per far insaporire!

2) Spagna: il  Salmorejo

foto di www.misenoritabetty.com/
foto di http://www.misenoritabetty.com/

A Cordoba il Gazpacho ha tutto un altro sapore. Si chiama Salmorejo, è meno famoso del cugino andaluso amato dalle Donne sull’orlo di una crisi di nervi di Almodovar. Come questo è una zuppa che si serve freddo e richiede una preparazione semplicissima! Basta frullare nel mixer:

  • 1 kg di pomodori maturi (pelati precedentemente)
  • 1 tazza di mollica di Pane (ammollato in acqua e non strizzato)
  • 1 spicchio di aglio
  • sale
  • 250 ml di olio EVO

La tradizione vuole che si serva guarnendo con prosciutto crudo e uova sode tritate la vellutata che è rimasta in frigo per almeno due ore!

3) Francia: la Ratatouille

foto di www.lastampa.it/cucina
foto di http://www.lastampa.it/cucina

Il piatto reso famoso dal topolino della Disney, abile cuoco in grado di commuovere anche il critico più crudele è un must della tradizione francese. Figlia della cucina contadina, ormai la ratatouille è un vero e proprio piatto nazionale con le sue verdure fresche, buonissima anche fredda. Le materie prime devono essere di qualità ma è una ricetta svuota frigo e salva euro che ha come protagonista il pomodoro.

Quello che serve è:

  • 1 Melanzana
  • 2 Peperoni
  • 500 grammi di Pomodori
  • 4 teste di aglio
  • 1 cipolla
  • 250 grammi di zucchine
  • 300 grammi di passata di pomodoro
  • 200 grammi di carote

Dopo aver scaldato l’olio e aver aggiunto la cipolla, mettete in padella le verdure ( in ordine secondo il loro tempo di cottura quindi carote, peperoni, zucchine, melanzane e pomodori)  e fate cuocere per una decina di minuti. Poi aggiungete l’aglio tritato e la salsa di pomodoro e continuate la cottura per almeno altri 10 minuti. Etvoilà, la ratatuille è pronta!

4)  Grecia: i Pomodori fritti ( i Domatokeftede)

foto di www.cookaround.com
foto di http://www.cookaround.com

L’ultima ricetta, originaria di Santorini è quella un po’più sfiziosa ma come le altre ha alla base pomodori e cipolle per delle frittelle fresche e leggere!

  • 1 kg di pomodori
  • 500 grammi di cipolla
  • 25 grammi di menta fresca
  • 175 grammi di farina integrale
  • Olio per friggere
  • Origano, pepe e sale

Si parte tritando finemente i pomodori e le cipolle. Il blog La cucina della Capra consiglia di lasciare  il tutto a perdere l’acqua qualche ora! Dopo unite le verdure all’origano e alla menta, aggiungete la farina per creare la pastella e formate, aiutandovi con il cucchiaio delle “palline! Ora immergetele nell’olio ben caldo fino a che le frittelle non diventano dorate.

Che siano grandi classici della tradizione o ricette innovative, i piatti con il pomodoro ci accompagneranno per tutta l’estate… e vi auguriamo un’estate al pomodoro!

Bibliografia 
http://www.ciboecibo.it/Sani,-buoni-e-etici/Approfondiamo:-la-parola-al-Dr.-Longo/Il-pomodoro/ca_1798.html

http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=270706

http://www.lacuochinasopraffina.com/cosa-cucino/la-ratatouille-ricetta-originale-della-cucina-francese/2919

Esperanza Luca de Tena, Le migliori 100 ricette spagnole,  P & M EDICIONES, 2011

Paolo Petroni, Il grande libro della cucina toscana, Firenze, Edizioni il centauro, 1996

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...